NIDI Puglia - Greco e Partners - Commercialisti Lecce
Il bando di finanziamento NIDI promosso dalla Regione Puglia costituisce un fondamentale strumento di finanziamento delle nuove idee imprenditoriali. Le agevolazioni ottenibili possono coprire fino al 100% degli investimenti effettuati, il 50% dei quali a titolo di finanziamento perduto e il 50% tramite finanziamento a tasso agevolato.
321
post-template-default,single,single-post,postid-321,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

NIDI Puglia

finanziamenti Regione Puglia

NIDI Puglia

Che cos’è NIDI Puglia?

Il finanziamento denominato NIDI Puglia ha l’obiettivo di sviluppare “Nuove Iniziative d’Impresa”.

Esiguità delle garanzie richieste e copertura pressochè totale degli investimenti effettuati rendono il bando NIDI uno dei migliori strumenti messi a disposizione dei residenti pugliesi per avviare una nuova attività imprenditoriale.

A chi è rivolto?

Il contributo, erogato dalla Regione Puglia, è rivolto alle persone in condizione di svantaggio nell’accesso al mondo del lavoro. E’ possibile, pertanto, accedere all’agevolazione se si intende avviare una nuova impresa o nel caso di impresa costituita da meno di 6 mesi ed inattiva. La nuova impresa dovrà essere partecipata per almeno la metà, sia del capitale sia del numero di soci, da soggetti appartenenti ad almeno una delle seguenti categorie:

  • giovani con età tra 18 anni e 35 anni;
  • donne di età superiore a 18 anni;
  • disoccupati che non abbiano avuto rapporti di lavoro subordinato negli ultimi 3 mesi;
  • persone in procinto di perdere un posto di lavoro
  • lavoratori precari con partita IVA (meno di 30.000 € di fatturato e massimo 2 committenti)

Che cosa finanzia?

NIDI Puglia finanzia investimenti e spese di esercizio sostenute nel primo anno di attività.

Possono essere realizzati investimenti per:

  • opere edili e assimilate (con alcune limitazioni);
  • macchinari di produzione, impianti, attrezzature varie e automezzi di tipo commerciale;
  • programmi informatici;

Vengono inoltre finanziate le spese di esercizio sostenute per:

  • materie prime, semilavorati, materiali di consumo;
  • locazione di immobili;
  • utenze: energia, acqua, riscaldamento, telefoniche e connettività;
  • premi per polizze assicurative.
  • canoni ed abbonamenti per l’accesso a banche dati e servizi informatici.

Qual è l’importo finanziabile?

Il bando NIDI Puglia offre un aiuto per l’avvio di una nuova impresa costituito da un contributo a fondo perduto e un prestito rimborsabile.

In caso di avvio dell’impresa con investimenti fino a € 50.000,00, l’agevolazione è pari al 100%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile.
In caso di avvio dell’impresa con investimenti compresi tra € 50.000,00 ed € 100.000,00, l’agevolazione è pari al 90%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile.
In caso di avvio l’impresa con investimenti compresi tra € 100.000,00 ed € 150.000,00, l’agevolazione è pari all’80%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile.
Il contributo sulle spese di gestione previsto per i primi sei mesi è pari ad € 10.000,00.

L’iniziativa viene attuata da Puglia Sviluppo S.p.A.

Bando pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia del 24/09/2015.

link alla pagina istituzionale del bando della Regione Puglia

Per maggiori informazioni, contattaci