Pianificazione economico-finanziaria - Greco e Partners - Commercialisti Lecce
414
post-template-default,single,single-post,postid-414,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Pianificazione economico-finanziaria

Avere pieno controllo della situazione economica aziendale
Soldi grecoepartners

Pianificazione economico-finanziaria

Perchè richiedere consulenza in materia di pianificazione economico-finanziaria?

Definire gli obiettivi aziendali, monitorare costantemente il raggiungimento degli obiettivi e individuare le cause che impediscono all’azienda il raggiungimento degli stessi, sono attività di fondamentale importanza nel sano sviluppo dell’attività imprenditoriale.

Qual è il profitto aziendale derivante da ogni singola vendita? Che obiettivi di profitto ho per l’esercizio in corso? E per i successivi? Che impatto hanno i costi fissi aziendali sul margine di profitto associato alle vendite? Sono domande che ogni imprenditore dovrebbe porsi al fine di ottenere una corretta gestione economica della propria azienda.
L’attività di pianificazione economico-finanziaria è orientata a conferire all’imprenditore tutti gli strumenti necessari alla corretta gestione economica aziendale, conoscere in ogni istante il profitto realizzato, monitorare la crescita aziendale al fine di definire strategie di sviluppo.
Tali obiettivi possono essere conseguiti mediante l’utilizzo di numerosi strumenti:

 

1. Elementi di contabilità analitica

 

Predisposizione degli strumenti idonei ad individuare il margine di profitto derivante dalle singole operazioni svolte dall’azienda (singola vendita del prodotto/servizio, analisi per commessa, ecc.).
Risulta essenziale al fine di determinare la reale redditività delle operazioni poste in essere, definire il prezzo di vendita, nonché individuare le cause delle inefficienze che causano un abbattimento della redditività ed intervenire per eliminarle.

 

2. Business Plan

 

Progetto di dettaglio orientato ad esaminare tutte le aree di attività dell’impresa.
Estrinseca appieno la propria utilità nella capacità di far comprendere alla proprietà aziendale i problemi che si dovranno affrontare e gli strumenti a disposizione per farlo. E’ lo strumento di maggior importanza nella definizione degli obiettivi e nel monitoraggio del raggiungimento degli stessi.

 

3. Indicatori di performance (KPI)

Output sintetici, personalizzati sulla base delle esigenze della clientela. Svolgono il compito di fornire alla proprietà aziendale le principali informazioni di cui necessita.
Molto spesso all’aumentare del grado di dettaglio del business plan si accompagna una minore comprensibilità dello stesso da parte della proprietà aziendale. Rispondono pertanto alla necessità di definire degli indicatori sintetici di immediata comparabilità.

 

4. Break Even Point Analysis

Strumento utilizzato per definire l’obiettivo minimo aziendale: ottenere ricavi tali da remunerare i fattori produttivi.
Tramite l’analisi dei costi fissi e variabili aziendali, lo strumento consente di individuare il Punto di Pareggio. Determina la quantità minima da vendere (in termini di prodotti, di fatturato, ecc.) al fine di garantire la copertura della totalità dei costi.
Assume maggior importanza nella definizione della quantità minima da vendere al fine di ottenere il “risultato operativo obiettivo”, ossia l’obiettivo economico al quale punta la proprietà aziendale.