Cultura Crea - Greco e Partners - Commercialisti Lecce
534
post-template-default,single,single-post,postid-534,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Cultura Crea

Cultura crea Lecce

Cultura Crea

Che cos’è Cultura Crea?

Cultura Crea è il programma di finanziamenti orientato a creare e sviluppare il settore dell’industria culturale-turistica. E’ rivolto alle imprese e ai cittadini residenti nel territorio delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. L’iniziativa viene attuata da Invitalia.

 

A chi è rivolto Cultura Crea?

Il bando di finanziamento è rivolto a micro, piccole e medie imprese operanti nell’industria culturale, nonchè ai soggetti del terzo settore e ai cittadini che vogliano intraprendere un’iniziativa nel settore culturale.

Requisito fondamentale è costituito dalla residenza nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Gli incentivi si suddividono in 3 misure:

  • incentivo per la “Creazione di nuove imprese nell’industria culturale”;
  • incentivo per lo “Sviluppo delle imprese dell’industria culturale e turistica”;
  • incentivo per il “Sostegno ai soggetti del terzo settore dell’industria culturale”.

Che cosa finanzia?

Il bando prevede una ripartizione delle spese agevolabili sulla base delle caratteristiche del soggetto richiedente. Viene pertanto effettuata una distinzione tra: team di persone fisiche o aziende costituite da meno di 36 mesi; imprese costituite da non meno di 36 mesi; Onlus e imprese sociali.

  • Incentivo per la “Creazione di nuove imprese nell’industria culturale e turistica” rivolto a team di persone fisiche o aziende costituite da meno di 36 mesi.

Finanzia programmi di investimento fino a 400.000 €, che prevedano l’introduzione o la creazione di prodotti o servizi innovativi. Sono agevolabili le innovazioni in materia di conoscenza, conservazione, fruizione o gestione di beni o attività culturali.

  • Incentivo per lo “Sviluppo delle imprese dell’industria culturale” rivolto a imprese costituite da non meno di 36 mesi.

Finanzia programmi di investimento fino a 500.000 €, che prevedano interventi riguardanti servizi per la fruizione turistica e culturale, promozione finalizzata alla valorizzazione delle risorse culturali, recupero e valorizzazione di produzioni tipiche locali. I programmi di investimento devono essere localizzati all’interno di specifiche “aree di attrazione culturale”. Devono inoltre essere correlate a specifici “attrattori” culturali e turistici individuati dal bando.

  • Incentivo per il “Sostegno ai soggetti del terzo settore dell’industria culturale” rivolto a Onlus e imprese sociali.

Finanzia programmi di investimento fino a 400.000 €, che prevedano interventi riguardanti attività collegate alla gestione o fruizione degli attrattori e delle risorse culturali del territorio, attività di animazione e partecipazione culturale.

Qual è l’importo finanziabile?

Gli importi finanziabili sono anch’essi distinti in base alla misura agevolativa alla quale i programmi di investimento appartengono.

  • Incentivo per la “Creazione di nuove imprese nell’industria culturale e turistica” rivolto a team di persone fisiche o aziende costituite da meno di 36 mesi.

Finanzia un importo massimo del 40% della spesa ammessa tramite contributo a fondo perduto e del 40% tramite finanziamento agevolato a tasso zero. Entrambe le percentuali possono essere elevate al 45% in caso di impresa giovanile, femminile o in possesso di rating di legalità.

  • Incentivo per lo “Sviluppo delle imprese dell’industria culturale” rivolto a imprese costituite da non meno di 36 mesi.

Finanzia un importo massimo del 20% della spesa ammessa tramite contributo a fondo perduto e del 60% tramite finanziamento agevolato a tasso zero. Le percentuali possono essere elevate rispettivamente al 25% e al 65% in caso di impresa giovanile, femminile o in possesso di rating di legalità.

  • Incentivo per il “Sostegno ai soggetti del terzo settore dell’industria culturale” rivolto a Onlus e imprese sociali.

Finanzia un importo massimo dell’80% della spesa ammessa tramite contributo a fondo perduto. La percentuale può essere elevata al 90% in caso di impresa giovanile, femminile o in possesso di rating di legalità.

 

link alla pagina istituzionale del bando di Invitalia

Per maggiori informazioni, contattaci