Aggiornamento - Rottamazione cartelle Equitalia - Greco e Partners - Commercialisti Lecce
608
post-template-default,single,single-post,postid-608,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Aggiornamento – Rottamazione cartelle Equitalia

Rottamazione equitalia

Aggiornamento – Rottamazione cartelle Equitalia

ROTTAMAZIONE CARTELLE EQUITALIA:

TUTTO CIO’ CHE C’E’ DA SAPERE

Come previsto dal DL n. 193/2016, Equitalia ha pubblicato sul proprio sito internet il modulo DA1, necessario per presentare istanza di adesione alla “rottamazione cartelle Equitalia”.
Dopo aver descritto le caratteristiche peculiari delle previsioni del DL 193/2016 relative alla definizione agevolata dei ruoli, ci soffermiamo ad analizzare lo stato di fatto del provvedimento. Scopo del presente articolo è fornire agli utenti alcuni utili spunti di riflessione al fine di non incorrere in gravi errori o in azioni fin troppo tempestive e prive della dovuta oculatezza.
Allo stato attuale, difatti, il procedimento di conversione del DL 193/2016 ha visto approvare già dalla Camera un testo in parte difforme dalle previsioni del sopra citato decreto (per approfondimenti leggi qui).

Quali sono le principali modifiche al testo approvate dalla Camera?

Le modifiche più importanti sinora apportate al DL 193/2016 sono sintetizzabili come di seguito:
1. La definizione agevolata riguarda anche i ruoli affidati nel 2016;
2. Il termine ultimo per la presentazione delle istanze di adesione slitta dal 23 gennaio al 31 marzo 2017;
3. Il numero massimo di rate passa da 4 a 5 (con nuova scadenza fissata a luglio 2017, settembre 2017, novembre 2017, aprile 2018, settembre 2018). In ogni caso una quota pari almeno al 70% dell’importo dovuto dev’essere versata entro il 2017 (con le prime 3 rate).

Quali sono gli elementi fondamentali da tenere in considerazione prima di presentare l’istanza?

1. Tramite la “rottamazione cartelle Equitalia” è possibile azzerare gli importi dovuti per sanzioni, interessi di mora e somme aggiuntive (ossia gli accessori dovuti sui ritardati od omessi pagamenti dei contributi previdenziali). Permette inoltre di ricalcolare l’importo dell’aggio sulle somme da versare tramite definizione agevolata.
2. In sede di presentazione dell’istanza di adesione, è necessario “RINUNCIARE ai giudizi pendenti aventi a oggetto i carichi ai quali si riferisce la dichiarazione”.
3. Possono accedere alla “rottamazione cartelle Equitalia” esclusivamente i ruoli AFFIDATI all’Agente della Riscossione nel periodo compreso tra il 01/01/2000 e il 31/12/2016.
4. A partire dalla data di presentazione dell’istanza, Equitalia non potrà procedere ad azioni esecutive né iscrivere ipoteche o fermi amministrativi. Resterebbero, invece, le ipoteche e le ganasce fiscali già avviate.
5. L’eventuale mancato o insufficiente pagamento delle rate comporta l’automatica uscita dalla procedura agevolata. Tale situazione viene ulteriormente aggravata dalla precedente rinuncia (in sede di presentazione dell’istanza) ai giudizi pendenti.
6. Sebbene sia già possibile presentare l’istanza di adesione tramite il modulo DA1, il DL 193/2016 attende la conclusione del procedimento di conversione in legge. Il testo attende che venga ultimato il procedimento di conversione anche al Senato. Ad oggi, pertanto, i dettagli che accompagnano l’operazione non sono ancora compiutamente delineati.

Come comportarsi?

Data l’elevata delicatezza della situazione e la contemporanea possibilità di usufruire di numerosi benefici, è necessario che il contribuente scelga in maniera oculata e consapevole la migliore soluzione in riferimento alla propria situazione personale.
L’unico consiglio realmente utile che si possa dare ai contribuenti è non avere fretta e consultarsi preventivamente con professionisti esperti. Solo la capacità di valutare correttamente costi e benefici connessi all’operazione può aiutare il contribuente a prendere una decisione consapevole e oculata in merito alla strategia da adottare.

 

Per ulteriori informazioni, contattare lo studio alla mail grecoepartners@gmail.com o al numero di telefono 0832.604222 per fissare un appuntamento gratuito informativo.