Finanziamenti Regione Puglia: rifinanziato il Bando NIDI Puglia - Greco e Partners - Commercialisti Lecce
643
post-template-default,single,single-post,postid-643,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Finanziamenti Regione Puglia: rifinanziato il Bando NIDI Puglia

Nidi Puglia

Finanziamenti Regione Puglia: rifinanziato il Bando NIDI Puglia

La Regione Puglia ha pubblicato (Bollettino Ufficiale della Regione Puglia – n. 135 del 24-11-2016) il terzo avviso pubblico relativo al bando di finanziamento NIDI, Nuove Iniziative d’Impresa.

Cosa cambia rispetto al bando precedente?

Non ci sono variazioni sostanziali rispetto al precedente avviso.

Il contributo, erogato dalla Regione Puglia, è rivolto alle persone in condizione di svantaggio nell’accesso al mondo del lavoro. E’ possibile accedere all’agevolazione se si intende avviare una nuova impresa o nel caso di impresa costituita da meno di 6 mesi ed inattiva. La nuova impresa dovrà essere partecipata per almeno la metà, sia del capitale sia del numero di soci, da soggetti appartenenti ad almeno una delle seguenti categorie:

  • giovani con età tra 18 anni e 35 anni;
  • donne di età superiore a 18 anni;
  • disoccupati che non abbiano avuto rapporti di lavoro subordinato negli ultimi 3 mesi;
  • persone in procinto di perdere un posto di lavoro
  • lavoratori precari con partita IVA (meno di 30.000 € di fatturato e massimo 2 committenti)

QUAL È L’IMPORTO FINANZIABILE?

Il bando NIDI Puglia offre un aiuto per l’avvio di una nuova impresa costituito da un contributo a fondo perduto e un prestito rimborsabile. E’ previsto un beneficio inversamente proporzionale all’investimento da effettuare, come meglio indicato nella scheda di sintesi

E’ previsto, inoltre, il finanziamento di € 10.000 – interamente a fondo perduto – delle spese di gestione sostenute del primo anno.

Per maggiori informazioni o per fissare un primo appuntamento gratuito, contatta lo studio